Il nostro esperto risponde #29

20 aprile 2021

by Idroelettrica spa

Alimentazione idrica promiscua di una rete idranti

Domanda:
- E’ permessa l'alimentazione promiscua di una rete idranti?

L'alimentazione promiscua della rete idranti è permessa nel rispetto di ciò che è contenuto  all'interno della UNI 10779.

L'alimentazione promiscua è accettata:

  • Per le sole attività ricadenti in un livello di pericolosità 1
  • Qualora sia installata la sola protezione interna (assenza di idranti UNI 70 soprassuolo o sottosuolo).

Per tali casistiche sarà quindi possibile realizzare l'alimentazione come derivazione dal sistema di alimentazione idrico generale dell’edificio.

Dovranno essere rispettate le ulteriori seguenti condizioni:

  • Le prestazioni di portata e pressione dell'impianto dovranno considerare il fabbisogno congiunto dell'impianto antincendio e idrico sanitario
  • Dovrà essere richiesto il documento di affidabilità dell'acquedotto
  • Dovrà essere inserita una valvola di non ritorno o altro dispositivo equivalente, al fine di evitare il ritorno dell'acqua dalla rete interna alla rete idrica esterna  
  • Dovrà esserci l'indipendenza completa dell'impianto antincendio a partire dal punto di alimentazione – vedi fig. A1 riportata nella Appendice A della UNI 10779

Nel caso in cui il  valore della pressione richiesta alle utenze, non fosse raggiunto, sarà possibile (necessario) installare un’unità di pompaggio.

L’unità di pompaggio, in questo caso, non dovrà soddisfare a quanto richiesto dalla UNI EN 12845, come si può chiaramente leggere nel punto A2 della UNI 10779 che recita:

  • “Nel caso di alimentazione promiscua in cui siano rispettati i precedenti requisiti, non si applicano le disposizioni di cui al punto A.1 “.
    Il punto A1 a sua volta recita “Per la realizzazione delle alimentazioni idriche si applicano le corrispondenti prescrizioni della UNI EN 12845 con le seguenti integrazioni”.
     

Quindi in questo caso niente UNI EN 12845 per le pompe, e di conseguenza anche il locale  non dovrà seguire la norma UNI 11292.
 

IT
EN